Il sistema di copertura del Teatro Politeama di Palermo

Francesco Di Paola

Abstract


Nel progetto della fabbrica del teatro diurno Politeama di Palermo, l’Architetto Almeyda sintetizza, in un equilibrio espressivo esemplare, la componente tecnologica e la forma geometrico-spaziale, fornendo soluzioni ottimali ai problemi costruttivi e funzionali. L’opera, per impostazione tipologico-compositiva, per aspetti specificatamente tecnologici e per dimensione e stile, offre spunti interessanti di riflessione sulle scelte tecniche operate per la realizzazione. Sulla base di alcuni disegni originali dell’Almeyda si approfondisce il sistema geometrico-compositivo di copertura. L’ardita e complessa costruzione in ferro e vetro, moderna e progressista nella forma, si manifesta come una tenda metallica, costituendo la struttura portante della copertura. Si forniscono utili chiavi di lettura e di interpretazione sulla genesi spaziale dell’elegante ed originale impianto costruttivo.


Keyword


teatro; copertura in ferro; disegni architettonici; indagini geometriche

Full Text

PDF

Riferimenti bibliografici


DI PAOLA FRANCESCO, INZERILLO LAURA (2012), Giuseppe Damiani Almeyda: design drawings compared, contributo in Atti del XIV Congreso Intenacional Expresión Gráfica Arquitectónica, Oporto, pp. 179-182.

DI PAOLA FRANCESCO (2011), Le Curve di Apollonio. Tradizione ed Innovazione nei processi risolutivi, Aracne Editore, Roma.

PAOLA BARBERA (2008), Giuseppe Damiani Almeyda. Artista architetto ingegnere, Pielle Edizioni, Palermo.

DI PAOLA FRANCESCO (2007), Approfondimenti e confronti geometrici sugli archi ribassati in architetture palermitane, in D’ALESSANDRO MARIA (a cura di), L’Architettura di età aragonese nell’Italia Centro-Meridionale – L’architettura dei età aragonese nel Val di Mazara, Edizioni Caracol,

Palermo, pp. 125-144.

DAMIANI ALMEYDA GIUSEPPE, DAMIANI MARIO (a cura di) (2001), I casi della mia vita, Cap. V, “Mia educazione e primo concorso”, Provincia Regionale di Palermo, Palermo.

GALLO LUCIANA (1997), Il Politeama di Palermo e l’Architettura policroma dell’Ottocento, Epos, Palermo.

BLANDI GAETANO (1991), Il teatro Politeama Garibaldi di Palermo, Edizioni Axon Sicilia, Palermo.

MAZZAMUTO ANTONELLA (1989), Architettura dei Teatri di Sicilia e Società civile (1692-1914), Flaccovio Editore, Palermo.

SAMONÀ ANTONIO (1988), Giovan Battista Filippo Basile: l’architettura tra passato e futuro, Ila Palma, Palermo.

MANISCALCO BASILE LUIGI (1984), Storia del Teatro Massimo di Palermo, Olschki Editore, Firenze.

JODICE, ROMANO (1984), L’ architettura del ferro: l’Italia (1796-1914), Bulzoni, Roma.

FATTA GIOVANNI, RUGGERI TRICOLI M. CLARA (1983), Palermo nell’‹‹Età del ferro››. Architettura – tecnica – rinnovamento, Edizioni Giada, Palermo.

DE FUSCO RENATO (1980), L’Architettura dell’Ottocento, Garzanti, Torino.

FUNDARÒ ANNA MARIA (1974), Il Concorso per il Teatro Massimo di Palermo - storia e progettazione, Stass Editore, Palermo.

MOTTA CARINI FABRIZIO (1972), Trattato sopra la struttura de’ teatri e scene, introduzione, note e piante di teatri dell’epoca di Edward A. Craig, Il Polifilo, Milano.

FUNDARÓ ANNA MARIA (1964), Palermo 1860-1880. Una analisi urbana attraverso progetti ed architetture di G. Damiani Almeyda, s.n., Palermo.

CARBONARA PASQUALE (1958), Architettura pratica, Vol. III, Sez. 6° “Gli edifici teatrali”, Tipografia sociale torinese, Torino.




DOI: 10.6092/issn.1828-5961/3158



Licenza Creative Commons

ISSN 1828-5961
Registrazione presso il Tribunale di Bologna n. 7896 del 30 ottobre 2008

La rivista è ospitata e mantenuta da ASDD-AlmaDL