Centri storici. Evoluzione normativa e modelli di rappresentazione

Luisa Bravo, Roberto Mingucci

Abstract


Il concetto di “centro storico”, inteso come ambito urbano esteso, viene introdotto, dal punto di vista normativo, subito dopo il dopoguerra, quando si fa forte l’esigenza di provvedere alla ricostruzione e alla salvaguardia delle città. Lo strumento urbanistico, elaborato dalla normativa nazionale, per la definizione dei piani mirati al recupero dei valori storici del paesaggio urbano passa attraverso l’evoluzione del concetto stesso di centro storico e si nutre dell’apporto critico degli studi e delle ricerche, da Astengo a Cavallari Murat, che approfondiscono il tema del racconto urbanistico e del relativo metodo di rappresentazione. A livello regionale, l’Emilia-Romagna a partire dal piano di conservazione per il centro storico di Bologna, presentato nel 1969, elabora un corpo normativo di forte sostanza, risultato della rielaborazione critica del dibattito nazionale, e contribuisce in modo significativo ad approfondire i temi del paesaggio urbano e della sua riqualificazione.

Full Text

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.1828-5961/1372

Copyright (c) 2008 Luisa Bravo, Roberto Mingucci

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale 3.0 Unported.

Licenza Creative Commons

ISSN 1828-5961
Registrazione presso il Tribunale di Bologna n. 7896 del 30 ottobre 2008

La rivista è ospitata e mantenuta da ABIS-AlmaDL [privacy]