La rappresentazione della Natura tra Arte e Scienza

Anna Maria Manferdini

Abstract


Obiettivo di questo numero di “DISEGNARECON” è raccogliere contributi, esperienze e risultati di ricerche che testimoniano il ruolo centrale della osservazione della realtà all’interno del processo cognitivo e creativo. Il tema della osservazione e della rappresentazione del dato naturale è stato scelto in analogia a quanto accadde a partire dal Rinascimento, quando la messa a punto di nuovi strumenti per l’osservazione della realtà aprirono dibattiti le cui conseguenze andarono al di là delle contingenze e misero in discussione un intero sistema culturale. Negli ultimi decenni, grazie alla disponibilità di nuovi e sofisticati strumenti e metodi di indagine, l’interesse verso il dato naturale e la sua osservazione è stato rinnovato e ha al contempo suggerito interessanti applicazioni in campi differenti. Lo studio della Natura, delle sue forme, funzioni e principi che regolano l’evoluzione e l’equilibrio fra gli esseri viventi e l’ambiente suggerisce sperimentazioni in ambiti come, ad esempio, quelli del design e della progettazione architettonica dell’ambiente antropizzato che sono attualmente chiamati a fornire risposte al problema del rapporto fra l’uomo e l’ambiente naturale.

Full Text

PDF (English)


DOI: 10.6092/issn.1828-5961/1934

Copyright (c) 2010 Anna Maria Manferdini

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale 3.0 Unported.

Licenza Creative Commons

ISSN 1828-5961
Registrazione presso il Tribunale di Bologna n. 7896 del 30 ottobre 2008

La rivista è ospitata e mantenuta da ABIS-AlmaDL [privacy]