Un database per il controllo della vulnerabilità sismica: il caso studio di Acciano

Stefano Bertocci, Giovanni Minutoli

Abstract


Il costante e continuo ripetersi di sismi sul territorio italiano ripropone puntualmente le problematiche legate alla prevenzione. Il sisma abruzzese e ancor più il sisma emiliano hanno dato la misura di come il nostro territorio sia fragile ma anche di come il sisma colpisca indistintamente edilizia storica ed edilizia moderna, compresa anche quella produttiva che di norma è più controllata e si rinnova con più faccilità. Il problema di analizzare, studiare, censire, catalogare e archiviare le informazioni legate ai centri storici e alle stratificazioni che li contraddistinguono è noto, infatti spesso un gran numero di informazioni, rilevate durante la redazione di ricerche e studi o ancora più banalmente nella redazione degli elaborati legati alla presentazione di pratiche edilizie, si sperdono perchè non archiviate correttamente o perchè non si sfruttano le potenzialità dei programmi di archiviazione e gestione dei dati.


Parole chiave


vulnerabilità; centro storico; rilievo; restauro

Full Text

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.1828-5961/3304

Copyright (c) 2012 Stefano Bertocci, Giovanni Minutoli

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale 3.0 Unported.

Licenza Creative Commons

ISSN 1828-5961
Registrazione presso il Tribunale di Bologna n. 7896 del 30 ottobre 2008

La rivista è ospitata e mantenuta da ABIS-AlmaDL [privacy]