Il design della comunicazione per i beni culturali: sperimentare segni e identità per comunicare la città di Ascoli Piceno e il suo territorio

Federico Orfeo Oppedisano, Daniele Rossi

Abstract


L’azione del design per la valorizzazione del patrimonio culturale, attiva competenze specifiche per l’avvio di processi sistemici integrati, capaci di favorire una più idonea interazione tra gli attori coinvolti nella valorizzazione dei beni. In particolare, il design per la comunicazione, una disciplina che per operare nella complessità contemporanea si relaziona con diversi ambiti del sapere, può contribuire alla valorizzazione dei beni, impiegando le potenzialità offerte dalle nuove forme di comunicazione, ideando nuovi sistemi, strumenti e lessici per la costruzione di “architetture comunicative” adeguate e partecipative. In questo quadro l’articolo illustra ed argomenta alcune sperimentazioni progettuali, svolte durante un laboratorio creativo, di artefatti visivi per valorizzare il patrimonio culturale, paesaggistico e architettonico della città di Ascoli Piceno al fine di riscoprirne l’identità e di potenziarne le peculiarità attrattive. Il laboratorio si è proposto di coniugare metodologie realizzative e comunicative apparentemente distanti per offrire l’opportunità di sviluppare un originale percorso di visual design, capace di identificare, in forma visiva, aspetti e caratteri della città e del suo territorio, oltre che configurazioni efficaci per comunicarli alla collettività. Sono state pertanto fornite alcune direttive metodologiche di sviluppo di un percorso progettuale di identità visiva, attraverso l’integrazione di procedure operative tradizionali, come il disegno all’aquerello, e digitali, quali il video mapping.

Parole chiave


comunicazione visiva; identità visiva; beni culturali; realtà aumentata; edutainment

Full Text

PDF (Italiano)

Riferimenti bibliografici


Aaker D. A., (2002). Brand Equity. La gestione del valore della marca. Franco Angeli, Milano.

Anholt S., (2007). L’identità competitiva. Il branding di nazioni, città, regioni. Egea, Milano.

Antonelli E., Mordenti A., (2011). La videoproiezione architetturale in Ippoliti E. Meschini A. (a cura di) Tecnologie per la comunicazione del patrimonio culturale, in Disegnarecon, vol.4, num.8, Bologna.

Bonini Lessing E., (2011). Interfacce metropolitane. Frammenti di corporate identity nella città europea contemporanea. Et al. Edizioni, Milano.

Celaschi F., (2004). Trocchianesi R. (a cura di), Design e beni culturali. La cultura del progetto nella valorizzazione del bene culturale. Polidesign, Milano.

Cervellini F. Rossi D., (2011). Comunicare emozionando in Ippoliti E. Meschini A. (a cura di) Tecnologie per la comunicazione del patrimonio culturale, in Disegnarecon, vol.4, num.8, Bologna.

Colombo F., (a cura di) (2005). Atlante della comunicazione: cinema, design, editoria, internet, moda, musica, pubblicità, radio, teatro, telefonia, televisione. Hoepli, Milano.

Floch J. M., (2002). Identità visive. Costruire l’identità a partire dai segni. Franco Angeli, Milano.

Lupo E., (2009). Il design per i beni culturali. Pratiche e processi innovativi di valorizzazione. Franco Angeli, Milano.

Oppedisano F. O., Berruti G., (2010). L’immagine neutra. indicazioni e contributi interdisciplinari per la riflessione sull’approccio al design della comunicazione audiovisiva, Alinea, Firenze.

Parente M., Lupo E., (a cura di) (2009). Il Sistema Design Italia per la valorizzazione dei beni culturali. Poli. design, Milano.

Piazza M., Disegnare le città. Branding in Europa, SocialDesignZine, periodico online, http://sdz.aiap.it/ notizie/9903 online il 25/09/2012

Rauch A. Sinni G., (a cura di) (2009). Disegnare le città. Grafica per le pubbliche istituzioni in Italia. LCD, Firenze.

Semprini A., (1996). La marca. Dal prodotto al mercato, dal mercato alla società. Lupetti, Milano.

Settis S., (2005). Battaglie senza eroi. I beni culturali tra istituzioni e profitto. Electa, Milano.

Testa A., (2010). La trama lucente. Che cos’è la creatività, perché ci appartiene, come funziona. Rizzoli, Milano.

Zara C., (a cura di), (1997). La valutazione della marca. Il contributo del brand alla creazione del valore dell’impresa. Etaslibri, Milano.




DOI: 10.6092/issn.1828-5961/3347

Copyright (c) 2012 Federico Orfeo Oppedisano, Daniele Rossi

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale 3.0 Unported.

Licenza Creative Commons

ISSN 1828-5961
Registrazione presso il Tribunale di Bologna n. 7896 del 30 ottobre 2008

La rivista è ospitata e mantenuta da ABIS-AlmaDL [privacy]