Il rilievo dell'assenza. L'utilizzo della documentazione fotografica nel rilievo degli allestimenti temporanei.

Matteo Ballarin

Abstract


Più di ogni altro dispositivo architettonico, l'esposizione temporanea ha spesso veicolato significati e idee in maniera duratura nonostante la limitata durata nel tempo. In questo senso, le discipline storico-artistiche stanno dando sempre più attenzione non solo allo studio delle mostre ma anche alle ricostruzioni degli allestimenti originali. Laddove il tradizionale rilievo di un edificio esistente si avvale di protocolli consolidati, la ricostruzione di una spazialità non più esistente sottende però diversi gradi di difficoltà, ognuno dei quali si accompagna ad un processo fotografico. In assenza di ulteriori documenti, la restituzione grafica dello spazio temporaneo si avvale della documentazione fotografica, pur adoperando quest'ultima con la dovuta attenzione, a causa dei processi di modifica intercorsi all'immagine stessa.

Parole chiave


Fotomodellazione; Esposizioni; esposizioni artistiche

Full Text

PDF (Italiano)

Riferimenti bibliografici


Altshuler, Bruce (1994), Avant Garde in Exhibition, Harry N. Abrams, New York.

Altshuler, Bruce (a cura di), (2008), Salon to Biennial: Exhibitions that Made Art History: 1863–1959, Phaidon Press, Londra.

Altshuler, Bruce (a cura di), (2013), Biennials and Beyond. Exhibitions That Made Art History: 1962-2002, Phaidon Press, Londra.

Ballarin, Matteo, Gay, Fabrizio (2012), Quam maximis potest itineribus: andata e ritorno della costruzione tra immagine e modello nello spazio grafico della geometria descrittiva, in DISEGNARECON, 5(9), pp. 317-324

Barron, Stephanie, (a cura di) (1991). 'Degenerate Art:' The Fate of the Avant-Garde in Nazi Germany. Harry N. Abrams, New York.

Bignotti, Ilaria, Niccoli, Giusepe, Scheggi, Franca (2010), Paolo Scheggi , Catalogo della mostra, Galleria Niccoli, Parma, Novembre 2010 Febbraio 2011. Grafiche Damiani, Bologna.

Bucarelli, Palma, Carandente, Giovanni, Oud, Jacobus Johannes Pieter (1956), MONDRIAN, Catalogo della mostra, Galeria Nazionale d’Arte Moderna, Roma, 1956-57, Editalia, Roma.

Glendinning, Nigel (1986), La Quinta del Sordo de Goya. La casa y las pinturas negras a la luz de nueva documentación y de las fotografías de Laurent, in Revista Historia n.16, Aprile 1986, pp. 99-110.

Newhouse, Victoria (2005), Art and the Power of Placement, The Monacelli Press, New York.

Oterino, Agustín Benito (2002), La luz en la Quinta del Sordo: studio de las formas y cotidianidad, Tesi di Dottorato, Facultad de Bellas Artes, Universidad Complutense, Madrid.

Tordecillas Fernández, Carmen (1992), Las Pinturas de “La Quinta del Sordo” fotografiadas por J. Laurent , in Boletín Museo del Prado n. 31, T. XIII, pp. 57-70.




DOI: 10.6092/issn.1828-5961/3863

Copyright (c) 2013 Matteo Ballarin

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale 3.0 Unported.

Licenza Creative Commons

ISSN 1828-5961
Registrazione presso il Tribunale di Bologna n. 7896 del 30 ottobre 2008

La rivista è ospitata e mantenuta da ABIS-AlmaDL [privacy]