Files Urbani, traducendo Letteratura, Utopia, Politica.

Salvatore Santuccio

Abstract


Verso la fine del XX secolo vi é una serie di interessanti analisi nella storia dell’arte, prima e nell’architettura dopo, grazie alla ricostruzioni di modelli virtuali. La “navigazione” nel mondo della pittura e dell’architettura sembrava presagire interessanti scoperte in mondi come l’architettura utopica o, più in generale, non costruita. Tutto ciò prendeva avvio da studi tecnico scientifici. Da una parte il rinnovato interesse per la costruzione scientifica dell’opera d’arte, e dall’altra la progressiva crescita delle performance della modellazione virtuale. Ma le esperienze qui riportate dimostrano come il disegno non sia solo il frutto di una procedura tecnica e come queste analisi siano una vera e propria traduzione in un altro linguaggio con esiti a volte piuttosto distanti da quelli prefigurati osservando l’originale di partenza.

Parole chiave


Modelli 3d; Ricostruzione virtuale; Utopia architettonica

Full Text

PDF (Italiano)

Riferimenti bibliografici


Bouleau, Charles (1963), La géométrie secrète des peintres, Editions du Seuil, Paris; pubbl. in italiano (1980) Le geometrie segrete dei pittori, Ed. Electa, Milano.

Kemp, Martin (1990), The Science of Art. Optical themes in western art from Brunelleschi to Seurat, Yale University Press, New Haven and London; trad. in italiano (1994) La scienza dell’arte. Prospettiva e percezione visiva da Brunelleschi a Seurat, Giunti, Firenze.

Levy, Pierre (1990) Les Technologies de l’intelligence. L’avenir de la pensée à l’ère informatique, La Découverte, Paris; trad. in italiano (1992) Le tecnologie dell’intelligenza, Synergon, Bologna.

Eco, Umberto (2003), Dire quasi la stessa cosa, Bompiani, Milano.

Wölfflin, Heinrich (1888), Renaissance und Barock: eine Untersuchung über Wesen und Entstehung des Barockstils in Italien, München; trad. in italiano (1928), Ri¬nascimento e Barocco, Firenze.

Worringer, Wilhelm (1908), Abstraktion und Einfühlung, München; trad. in italiano (1975) Astrazione ed Empatia, Einaudi, Torino.

Calvino, Italo (1972), Le città invisibili, Einaudi, Torino.

Khmelnitsky, Dmitry Sergeyevich (2013), Yakov Chernikhov: Architectural Fantasies in Russian Constructivism, Lakewood Art & Architecture, London.

AA.VV. (1999), Archigram, Princeton Architectural Press, NY .




DOI: 10.6092/issn.1828-5961/4099

Copyright (c) 2014 Salvatore Santuccio

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale 3.0 Unported.

Licenza Creative Commons

ISSN 1828-5961
Registrazione presso il Tribunale di Bologna n. 7896 del 30 ottobre 2008

La rivista è ospitata e mantenuta da ABIS-AlmaDL [privacy]