Le origini del Villaggio Olimpico. Los Angeles 1932 e Berlino 1936.

Massimo Bortolotti

Abstract


Nell’ambito delle trasformazioni generate dagli interventi per le Olimpiadi la costruzione ed il successivo riuso dei Villaggi Olimpici costituisce un interessante caso di studi. Nella centenaria storia delle Olimpiadi moderne la realizzazione del Villaggio Olimpico, che trova riferimento negli scritti di de Coubertin, e le operazioni di trasformazione urbanistica ad esso correlate si sono manifestate in modi diversi. Lo scritto si concentra sulle origini del Villaggio Olimpico e sulle prime due realizzazioni che caratterizzano i Giochi degli anni trenta del novecento: Los Angeles 1932 e Berlino 1936. In queste due città, sia pur con motivazioni, spinte politiche, economiche ed immagini diverse, nascono i prototipi dei moderni impianti sportivi olimpici che trovano proprio nel villaggio e nello stadio il simbolo della manifestazione.

Full Text

PDF (Italiano)


DOI: 10.6092/issn.1828-5961/1679

Copyright (c) 2009 Massimo Bortolotti

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale 3.0 Unported.

Licenza Creative Commons

ISSN 1828-5961
Registrazione presso il Tribunale di Bologna n. 7896 del 30 ottobre 2008

La rivista è ospitata e mantenuta da ABIS-AlmaDL [privacy]