Il cardine proiettivo: filogenesi e ontogenesi per una nuova geometria descrittiva

Agostino De Rosa

Abstract


Come è noto, l’architetto rappresentatore utilizza un codice teorico-grafico le cui fondamenta, di evidente discendenza platonica, tentano di organizzare il e dare un senso al reale. Forse lo strumento più potente che gli è toccato in sorte per tradurre il mondo esistente in un modello denso e polisemico e per prefigurare quello a venire, in modo convincente e creativo, è proprio quello fornitogli dalla geometria descrittiva. Oggi il contesto in cui il disegnatore opera è violentemente cambiato e la "geometria", nell’immagine digitale, sembra aver perso memoria della sua origine proiettiva. Due loci – uno legato alla tradizione del taglio delle pietre, l’altro alle esperienze dell’arte contemporanea - sembrano poter far riemergere, in modo inedito, "le figure delle dimostrazione" associate alla geometria descrittiva.


Parole chiave


geometria descrittiva; teoria e storia dei metodi e delle forme di rappresentazione; stereotomia; arte contemporanea

Full Text

PDF (Italiano)

Riferimenti bibliografici


Alpers, Svetlana (1983), The Art of Describing: Dutch Art in the Seventeenth Century, University of Chicago Press, Chicago (trad. it. Arte del descrivere: scienza e pittura nel Seicento olandese, Boringhieri, Torino 1984).

De Rosa, Agsotino, Giordano, Andrea, Sgrosso, Anna, (2000-2001), La geometria nell’immagine. Storia dei metodi di rappresentazione, 3 voll,, Utet Libreria, Torino.

Descartes, René (1637) Dioptrique, Leida.

Descartes, René (1897-1913) Œuvres de Descartes, in 12 voll., a cura di Adam, Ch., Tannery, P., Vrin, Parigi.

Focault, Michel (1998), Storia della follia nell’età classica, Rizzoli, Milano

Giordano, Andrea (2008), Geometria e computer: per una cultura dell'immateriale, in Corazzi, R., Aterini, B., a cura di, La geometria tra didattica e ricerca, Tipografia Area, Firenze.

Hinton, Charles Howard (1978), Racconti scientifici, Franco Maria Ricci, Milano.

Hinton, Charles Howard (1980), Speculations on the Fourth Dimension, Selected Writings of Charles H. Hinton, Dover Publications Inc., New York.

Judovitz, Dalia Vision, Representation, and Technology in Descartes, in Levin, David Michael, a cura di, Modernity and the Hegemony of Vision, University of California Press, Berkeley Los Angeles Londra 1993.

Kepler, Johannes (1604), Ad Vitellionem paralipomena ..., apud Claudium Marnium & haeredes Ioannis Aubrii Francoforte.

Merleau-Ponty, Maurice (1989), L’occhio e lo spirito, SE, Milano.

Poncelet, Jean-Victor (1822), Traité des propriétés projectives des figures, Bachelier, Parigi.

Selfe, Lorna (1979), Nadia. A Case of Extraordinary Drawing Ability in an Autistic Child, Harcourt, New York

Tagliapietra, Antonio (2008), La metafora dello specchio. Lineamenti per una storia simbolica, Bollati Boringhieri, Torino.




DOI: 10.6092/issn.1828-5961/3147

Copyright (c) 2012 Agostino De Rosa

Creative Commons License
Quest'opera è rilasciata con una licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale 3.0 Unported.

Licenza Creative Commons

ISSN 1828-5961
Registrazione presso il Tribunale di Bologna n. 7896 del 30 ottobre 2008

La rivista è ospitata e mantenuta da ABIS-AlmaDL [privacy]